Italo Barocco – Uno Sciclitano un po’ particolare

Italo durante una delle tante manifestazioni cittadine
Italo durante una delle tante manifestazioni cittadine

Molti di voi conosceranno sicuramente la storia di Hachiko, divenuto famoso soprattutto grazie al film diretto da Lasse Hallström, che ha per protagonista Richard Gere. Si tratta di una vicenda che ha commosso il mondo e ottenuto un enorme riscontro mediatico, diventando emblema di affetto e lealtà di un animale verso il proprio padrone, il professor Hidesaburo Ueno. Il fatto straordinario e commovente è dato proprio dall’atteggiamento e dalla tenacia dimostrati dal cane che, dopo la morte del suo padrone, si è recato tutti i giorni, per quasi 10 anni, ad attenderlo – invano – presso la stazione in cui il professore prendeva il treno per andare a lavoro.

Storie simili sono comunque presenti in ogni parte del mondo e servono a ricordarci quanto gli animali siano così simili all’uomo, riuscendo a provare emozioni, sensazioni e un senso di riconoscenza verso le persone che hanno al loro fianco. Come dimenticare, infatti, Loukanikos e Kanellos, i due cani divenuti simbolo della resistenza greca durante le manifestazioni in piazza, dalla protesta contro la crisi economica del 2008 fino alle più recenti?

Anche la Sicilia, naturalmente, terra di solidi valori e di grandi ideali, ha avuto il suo Hachiko, che non si è affezionato a una singola persona, bensì ad un’intera comunità. Si tratta di Italo Barocco, un cane meticcio comparso a Scicli nel 2008, che è riuscito a poco a poco a conquistarsi l’affetto e l’amicizia di tutta la cittadina.

Continue reading “Italo Barocco – Uno Sciclitano un po’ particolare”

Annunci