You are #CannoliaColazione

Annunci

Vacanze 2015 in Sicilia: Consigli dagli Igers! – Bue Marino e San Vito lo Capo

Bue MarinoConsigli per le Vacanze by @ascippociurincasarichistiani (Antonino Bonfiglio):

“Omaggio al #buemarino a #sanvitolocapo, tra i miei preferiti tratti della costa tirrenica trapanese, eletta #laspiaggiapiubella d’Italia da @legambiente per il 2015.
Io preferisco questo angolo di costa incastonato tra i maggiori monti di #Trapani in questa versione primaverile. Con in lontananza le figure di #Erice, #Levanzo e #Marettimo, soprattutto al tramonto, questo panorama regala emozioni indimenticabili. Se visto dalle vette circostanti, a oltre mille metri di quota è un panorama da togliere il fiato, diverso in ogni periodo dell’anno.

[EN] Cala Bue Marino (TP-Sicily), elected as the most beautiful beach of #Italy in 2015, awarded by #legambiente. Breathtaking seen and unmissable top perspective from the surrounding hills.”

“We will be here and We will be there!” ovvero “Semu ccà e ddà”

viaggio

Dove saremo questo week-end? Ccà e ddà!

Abbiamo scelto di essere con un piede in Sicilia e uno a Milano. Proprio questo week-end, infatti, parteciperemo a due eventi distanti 1400 km l’uno dall’altro, diversi tra di loro, ma molto interessanti, soprattutto perché organizzati da un gruppo di giovani che, portando avanti una passione, valorizza il proprio territorio.

Da un lato abbiamo l’amore per l’intramontabile mito delle due ruote, la Vespa, dall’altro la passione per la fotografia e quindi l’essere IGer o far parte degli IGers, che, tradotto per i meno esperti, indica quel gruppo di persone (tra cui anche @cannoli_a_colazione 😉 ) appassionato di uno dei social più in voga in questi ultimi anni: Instagram.

Continue reading ““We will be here and We will be there!” ovvero “Semu ccà e ddà””

Comu fu e comu nun fu: Cannoli a colazione miglior Travel 2015!

Si è da poco conclusa la votazione online per decretare i migliori profili instagram e comu fu e comu nun fu abbiamo appreso di essere i vincitori degli Igers Awards 2015  per la categoria travel. Come sempre, in questi casi, le parole sembrano non bastare.11350081_10153022071497615_1364044645_n Desideriamo ringraziarvi, uno ad uno, per le belle parole che ci avete riservato, perché ci seguite con affetto e siete sempre gentili ed educati, perché condividete con noi i vostri ricordi e le vostre emozioni sicule. Mai avremmo pensato che i nostri racconti di viaggio, presenti in questo blog, avrebbero riscosso così tanto successo anche su instagram e che saremmo riusciti nell’intento di mettere in risalto i VOSTRI viaggi, i vostri luoghi e le sensazioni che vi hanno lasciato. Ci avete aiutato a creare un punto di incontro per tutti coloro che amano la nostra terra, che siano essi conterranei o turisti appassionati, e Continue reading “Comu fu e comu nun fu: Cannoli a colazione miglior Travel 2015!”

Picasso e le sue passioni in mostra a Catania

Restano ancora pochi giorni di tempo per andare a visitare la mostra “Picasso e le sue passioMostra di Picassoni”, allestita nel pittoresco scenario del Castello Ursino di Catania da Comediarting & III Millennio, con il patrocinio del comune di Catania e la supervisione di Dolores Duran Urcan e Stefano Cecchetto. Chiuderà i battenti il 28 giugno l’evento che ha catalizzato l’attenzione degli ultimi mesi sulla fortezza costruita da Federico II di Svevia nel XIII secolo, oggi sede del Museo Civico della città.
Se tentennate in bilico sull’annosa questione – andare o non andare – il consiglio che posso darvi è quello di comprare un biglietto senza esitazioni. In primis perché Picasso è tra i più grandi artisti del XX secolo e non si può non vedere le sue opere almeno una volta nella vita. Questo lo dico anche a coloro che non sono suoi fan, perché un’immagine intravista su un libro o un sito internet non ci darà mai veramente l’idea dell’opera nella sua realtà fisica. In secundis, perché credo che la mostra renda giustizia al genio dell’autore. Si offre un’idea di Picasso a 360 gradi, mettendo in luce il legame con la letteratura di Gongora o Fernando de Roja, la passione per il teatro, l’amore per la pittura e la ceramica.

Continue reading “Picasso e le sue passioni in mostra a Catania”

I Vespi Siciliani 2015

Da http://www.vespaclubispica.it

“Il tour in Vespa da Ispica a Noto che racconta la storia della Sicilia dai normanni ai borboni. Visiterete luoghi meravigliosi, dagli splendidi scenari naturali di Cava Ispica al trionfo del barocco di Noto. Vi racconteremo degli Statella e dei Nicolaci grazie alle rievocazioni storiche dei Milites Trinacriae e del Corteo Barocco. Vi inebrierete del profumo zagara, descritto da Luigi Capuana (di cui si festeggia il centenario dalla morte) nel romanzo Profumo ambientato ad Ispica, e del gelsomino la cui preziosa essenza profumava le donne delle corti d’Europa.  Gusterete infine il meglio dell’enogastronomia del Val di Noto nella splendida location di Villa Eleonora di Villadorata, set dello spot del profumo Dolce di Dolce & Gabbana diretto dal maestro Giuseppe Tornatore.”

Quindi in un solo evento Sapori | Colori | Itinerari | Costumi | Profumi!

APPUNTAMENTO IL 28 GIUGNO 2015, TRA NOTO E ISPICA

Italo Barocco – Uno Sciclitano un po’ particolare

Italo durante una delle tante manifestazioni cittadine
Italo durante una delle tante manifestazioni cittadine

Molti di voi conosceranno sicuramente la storia di Hachiko, divenuto famoso soprattutto grazie al film diretto da Lasse Hallström, che ha per protagonista Richard Gere. Si tratta di una vicenda che ha commosso il mondo e ottenuto un enorme riscontro mediatico, diventando emblema di affetto e lealtà di un animale verso il proprio padrone, il professor Hidesaburo Ueno. Il fatto straordinario e commovente è dato proprio dall’atteggiamento e dalla tenacia dimostrati dal cane che, dopo la morte del suo padrone, si è recato tutti i giorni, per quasi 10 anni, ad attenderlo – invano – presso la stazione in cui il professore prendeva il treno per andare a lavoro.

Storie simili sono comunque presenti in ogni parte del mondo e servono a ricordarci quanto gli animali siano così simili all’uomo, riuscendo a provare emozioni, sensazioni e un senso di riconoscenza verso le persone che hanno al loro fianco. Come dimenticare, infatti, Loukanikos e Kanellos, i due cani divenuti simbolo della resistenza greca durante le manifestazioni in piazza, dalla protesta contro la crisi economica del 2008 fino alle più recenti?

Anche la Sicilia, naturalmente, terra di solidi valori e di grandi ideali, ha avuto il suo Hachiko, che non si è affezionato a una singola persona, bensì ad un’intera comunità. Si tratta di Italo Barocco, un cane meticcio comparso a Scicli nel 2008, che è riuscito a poco a poco a conquistarsi l’affetto e l’amicizia di tutta la cittadina.

Continue reading “Italo Barocco – Uno Sciclitano un po’ particolare”

Viaggio in Sicilia. Pt. 2: Racalmuto, Siculiana e Naro.

«Sai che cos’è la nostra vita, la tua e la mia? Un sogno fatto in Sicilia. Forse siamo ancora lì, e stiamo sognando».

Come il Candido protagonista dell’omonimo romanzo di Sciascia, anche io potrei dire che gli ultimi mesi della mia vita sono paragonabili ad un sogno. Ho viaggiato e cambiato sede così tante volte che in certi momenti i luoghi in cui ero stata e la vita che avevo condotto, con annesse emozioni, sensazioni e stupidaggini fatte, mi sembravano un ricordo lontano. La Sicilia era così distante che sorgeva il sospetto di averla soltanto immaginata, e il libro di Sciascia sul comodino era lì per ricordarmi da dove provenissi e al tempo stesso per insinuarmi il dubbio che tutto quello che avevo vissuto lo avevo in realtà soltanto letto nei suoi libri.

La statua di Sciascia
La statua di Leonardo Sciascia a Racalmuto (AG)

Anche il mio viaggio nell’agrigentino, data la sua brevità e i posti da sogno che ho visitato, sembrava sospendermi in una dimensione onirica, dove soltanto le voci dei miei amici, l’acqua fredda del mare e l’afa dell’estate siciliana mi riportavano alla realtà. E a conclusione di questo piccolo tour, solo una cosa poteva darmi il senso della circolarità e della compiutezza del mio cammino – non solo quello reale, compiuto in macchina, ma anche quello di riappropriazione di sé e del posto in cui si vive, (ri)cominciato da qualche mese – ovvero il saluto alla statua di Leonardo Sciascia, figura importante per la mia crescita personale, letteraria e non. La statua del Maestro, per chi non lo sapesse, si trova a Racalmuto, ridente paesino dell’agrigentino, chiamato dagli Arabi Rahal Maut, ovvero villaggio diroccato, a causa della sua posizione, sulle rovine di un altro paese.

Continue reading “Viaggio in Sicilia. Pt. 2: Racalmuto, Siculiana e Naro.”